Arturia annuncia VOX Continental-V

vox_shot2[1]

Arturia ha annunciato al Musikmesse 2014 di Francoforte, attualmente in corso, un nuovo VSTi che farà la gioia di chi ha suonato o anche solo ascoltato il suono di un organo popolare negli anni 60, il Vox Continental 300 che ha dato il suono a pezzi come House Of The Rising Sun degli Animals e Light my fire dei Doors.

VOX Continental-V è quindi l’ultimo arrivato nella line-up degli strumenti vintage prodotti dalla società francese e fa seguito all’ottimo Wurlitzer-V che abbiamo trattato già in queste pagine.

Come per gli altri, anche l’ultimo nato di Arturia è basato su modelli fisici, niente campioni quindi che appesantiscono il computer ma una solida e fedele emulazione basata sullo schema elettrico dello strumento originario. Tra le funzionalità degne di nota del plugin citiamo la presenza di una sezione upper manual, lower manual e bass pedal, un processore di effetti ad uscite multiple, drawbar per ogni armonica, simulatori di amplificatori come il Leslie ed una sezione dedicata alle percussioni.

VOX Continental-V sarà disponibile nei formati AAX, AI, VST e VST3 oltre in modalità standalone per MAC e PC, la data di uscita prevista è alla fine di Aprile mentre il prezzo sarà di 119€.

Restate quindi sintonizzati per una prossima recensione approfondita del nuovo gioiello di casa Arturia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Korg lancia un contest in collaborazione con SoundCloud

Prossimo articolo

ThumbJam, un potente sintetizzatore polifonico per iOS

Ultime da Strumenti