Le 10 migliori schede audio USB low-budget del 2020

/

E’ quasi superfluo ricordare che se vogliamo ottenere una buona qualità di registrazione anche in uno studio di home-recording, bisogna investire qualche soldo nell’interfaccia audio.

LEGGI ANCHE: Le migliori schede audio professionali del 2015

Tuttavia è altrettanto vero che si possono ottenere dei buoni risultati con cifre che non superano i 100€, per questo tipo di cifra ci si possono aspettare almeno un paio di ingressi e uscite con qualità 24bit.

Vi proponiamo quindi la classifica delle migliori schede low-budget dell’anno in corso (che probabilmente varranno anche per quello seguente).

1. FocusRite Scarlett Solo

Tutti conoscono la qualità FocusRite, specie quella dei convertitori e dei pre-amp. La Scarlett 2i2 è un’ottima interfaccia e non a casa è posizionata in cima alla lista. Autoalimentata via USB dispone di un ingresso microfonico con manopola per la regolazione del gain e del volume e di un ulteriore ingresso instrument. Sul retro sono disponibili le uscite stereo e la porta USB2. A questo prezzo è impossibile trovare di meglio.

2. Tascam US

La US di Tascam è dotata di un ingresso per chitarra e di uno microfonico/linea. A questo si aggiunga un’uscita cuffie e di linea per il monitoraggio, l’uscita digitale S/PDIF e persino connettività MIDI IN e OUT. Il funzionamento della scheda è molto semplice e la qualità audio più che sufficiente.

3. Presonus AudioBox USB96

La Presonus AudioBox consta di due ingressi microfonici/linea e interfaccia MIDI IN e OUT. Con un’ottima immagine stereo e buoni preamplificatori, l’AudioBox è sicuramente un validissimo acquisto.

4. M-Audio AIR 192|4

L’interfaccia della M-Audio dispone di un ingressi microfonico (con phantom) e di un ingresso strumento, dell’uscita Cuffie con regolazione volume dedicata e di un’uscita stereo per i diffusori.

Ottimo il pacchetto software a disposizione: ProTools | First, Ableton Live Lite, Eleven Lite, Avid FX Collection & contenuti Touch Loops, più Creative FX Collection, Xpand!2, Mini Grand, Vacuum & BOOM da AIR Music Tech.

5. Prodipe Studio 22

Solida e pesante, questa scatola di metallo potrebbe sopravvivere ad una guerra nucleare :=) oltre che offrire due ingressi combo XLR/JACK e due uscite jack; a questo si aggiunga connettività MIDI IN e OUT, alimentazione phantom 48v e pulsanti per passare da segnali microfonici a segnali di linea. Inutile dire che l’interfaccia potrebbe non sembrare seducente da un punto di vista estetico ma potete stare certi che offre un rapporto qualità/prezzo impareggiabile.

6. Mackie Onyx Producer 2.2

“Rugged” è il termine che meglio descrive l’interfaccia di Mackie per le sue caratteristiche di robustezza e per il telaio in metallo. Due preamplificatori con manopole per il gain sono la dotazione principale oltre ad un utile INPUT MONITOR che permette di ascoltare quello che arriva agli ingressi senza passare dal PC.

7. Roland Rubix22

Due preamplificatori CS, gli stessi installati in più costose interfacce di Roland, sono la dotazione della Duo Capture, entrambi possono ospitare XLR e JACK con alimentazione phantom e un ambiente Hi-Z su ingresso 1 per il collegamento diretto di chitarra o basso.

Nella parte posteriore sono localizzate due uscite jack bilanciate e porte MIDI IN e OUT; presente anche l’uscita cuffia nella parte posteriore. La UA 22 può anche essere alimentata via USB oltre che con alimentatore… persino a batterie. Offrendo una costruzione decente unita ad un altrettanto decente qualità sonora, fa il suo lavoro abbastanza bene.

8. Behringer UMC204HD

Di questa Behringer si fa un gran parlare riguardo l’ottimo rapporto qualità prezzo e la generosa dotazione che porta due ingressi combo con preamplificatore MIDAS e alimentazione phantom, le morte MIDI in e OUT, uscite stereo jack, RCA e cuffie e possibilità di monitoraggio dell’input senza latenza. Insomma, un’interfaccia da 200€ che prendi almeno alla metà. Certo, non dimentichiamo che si tratta di un prodotto budget.

9. IK Multimedia iRig HD 2

Si tratta di un dispositivo iOS quello che viene fornito sia connettività classica a 30 PIN che con la nuova interfaccia Apple, ma iRig HD funziona anche come interfaccia audio USB per MAC.

L’alimentazione viene presa naturalmente dal dispositivo e dispone di una presa jack per chitarra; si imposta il guadagno in ingresso tramite una manopola e si può monitorare il suono attraverso le cuffie o dei monitor collegati alla relativa uscita.

Il suono catturato da iRig HD è pulito e sufficientemente dinamico; se la necessità è quella di uno strumento per registrare su iPhone o iPad, la scelta è quasi obbligatoria.

10. Steinberg UR12

Creata in collaborazione con la casa Yamaha, la UR12 di Steinberg è una robusta interfaccai 2/2 IN OUT che opera su USB e permette di registrare a qualità 192Khz 24bit. La dotazione è di un pre-amplificatore microfonico con alimentazione phantom e di un secondo ingresso instrument .

La dotazione software: Cubase AI.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Registrare la batteria [SETTEMBRE 2020]

Prossimo articolo

La migliore RAM per la tua DAW [SETTEMBRE 2020]

Ultime da Hardware

Cubase 10.5 disponibile

Steinberg ha annunciato oggi la disponibilità immediata di Cubase 10.5, un major update che aggiunge nuove