Please go to your post editor > Post Settings > Post Formats tab below your editor to enter video URL.

Arturia Wurlitzer V: la migliore emulazione dello storico pianoforte elettrico

Per molti tastieristi (e non solo) cui viene chiesto qual’è il loro pianoforte elettrico preferito, è difficile scegliere tra Rhodes e Wurlitzer; da una parte c’è il suono morbido tutto Fender, dall’altro quello duro e grintoso che ha contribuito alla riconoscibilità di gruppi storici come i Supertramp.

Arturia, noto produttore di strumenti virtuali perlopiù vintage, ha deciso di emulare tramite modelli fisici il Wurlitzer 200A.

Sia che si apra lo strumento in stand-alone che come plugin, la cosa che subito colpisce è il look del pianoforte, una rappresentazione reale del 200A con le manopole del volume e del vibrato nella parte frontale.

Entrando in modalità OPEN, si apre un pannello di editing ove poter accedere ad un EQ a 10 bande, regolare la distanza dei pickup dalle corde, nonchè l’impedenza, la dinamica, la durezza del martello e persino il rumore del pedale; se questo non bastasse esiste anche la possibilità di regolare la curva della velocity per fare in modo che lo strumento si adatti al tipo di controller nonchè al modo di suonare dello strumentista.

Considerata la versatilità dello strumento e specialmente il suo utilizzo nel rock, Arturia ha incluso un set di 11 effetti in stile stompbox, quattro amplificatori valvolari e un leslie.

Dal punto di vista della suonabilità, come tutti i VSTi di Arturia anche Wurlitzer V è piuttosto reattivo, così come lo strumento originale la presence del suono aumenta man mano che aumentiamo l’intensità del nostro tocco. Ciò che tuttavia fa la differenza tra questo VSTi e gli altri sono gli effetti e l’ampia dotazione di preset ad essi collegata, troverete suono di Wurlitzer firmati da noti artisti come anche patch decisamente sperimentali e fuori dal comune.

In conclusione difficile pensare all’emulazione di un 200A che suoni meglio di questa, da utilizzatore dello strumento originale posso dire senz’alcun dubbio che Arturia non ha concorrenti e, in appena 100Mb di eseguibile ad un prezzo di 99€ nella versione download, il produttore è riuscito a realizzare uno strumento superlativo che non mancherà di soddisfare anche i palati più esigenti.

Per maggiori informazioni consultate la pagina ufficiale del produttore. Per scaricare invece una demo (windows e MAC) funzionante per 15 giorni utilizzate questo indirizzo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Izotope regala una guida per trattare e riparare l’audio con RX 3

Prossimo articolo

Steinberg introduce dei controlli basati sulle gesture per le sue DAW

Ultime da Strumenti